martedì 27 giugno 2017

Tutti al mare...con i solari eco-bio


Sun, Beach, Swim, Bikini, Rest, ConcernsDella mia ritrosia alla vacanza e, in particolare, a organizzare la partenza vi ho già raccontato. Giorni prima della data prevista, comincio a stilare improbabili liste di cosa portare con me. Tanto per cominciare, visto il sole implacabile e i conseguenti rischi di scottature, in cima all'elenco di "cosa mettere in valigia" ci devono essere i prodotti solari. Non c'è da scherzare con i raggi ultravioletti e le creme vanno scelte bene. Le pubblicità ci tempestano, immagini seducenti di corpi dorati. Ma dietro ogni prodotto c'è la chimica e gli Inci - a saperli decrittare - sono quasi sempre poco incoraggianti. Se poi si tratta di proteggere un bambino, la missione diventa ancora più importante. Dopo varie peregrinazioni on line, ho trovato un'azienda che da anni opera a Cusago, nel milanese, e che realizza esclusivamente prodotti biologici. Su ogni confezione spicca il marchio Codice verde che ci dice che quel cosmetico è stato controllato. Chi lo ha prodotto si è attenuto a una disciplinare su base volontaria che impone di lavorare secondo una normativa ben precisa: utilizzo di materie prime rinnovabili di provenienza vegetale e dove possibile da agricoltura o raccolta spontanea; uso di prodotti a basso impatto ambientale, prontamente biodegradabili che non lascino residui tossici nelle acque reflue e negli scarichi industriali; scelta di prodotti dermocompatibili in grado di tutelare la salute del consumatore; riduzione dell’impatto ambientale dovuto agli imballaggi superflui e/o non riciclabili. 



Questo fa Fitocosecon oltre 400 specialità cosmetiche che spaziano dal trattamento della pelle del viso e del corpo fino alla detergenza. Convinta da decine e decine di recensioni più che positive di consumatori sparsi in tutt'Italia, ho deciso di puntare sulla novità dell'estate: i solari alla carota. Ho scelto innanzitutto la Crema solare Baby Carota (fattore di protezione 50) che è in grado di prevenire gli effetti dannosi delle radiazioni UVA e UVB, quali eritema e reazioni fotoallergiche. Come? Grazie ai filtri che contiene: l'Ossido di Zinco micronizzato, il Gamma orizanolo, un fitosterolo ottenuto dalla Crusca di Riso, il Biossido di Titanio, sostanza di natura inorganica che aderisce invisibilmente alla pelle e respinge le radiazioni solari come fosse uno specchio. L'estratto di carota (presente come B-carotene) agisce invece sulla pelle quale antiossidante naturale e impedisce la formazione dei radicali liberi. E' un prodotto eccellente, destinato alle pelli sensibili e delicate come quelle dei bambini. In più, dimenticavo, è leggermente colorato, per scongiurare l'effetto fantasmino - patina bianca provocato dai filtri. Mi sembra perfetto soprattutto per i primi giorni di mare, per scongiurare scottature o peggio, vi pare? 
Tanga, Sunburn, Sexy, String
Per i più grandi, invece, ho trovato un Latte Solare alla Carota SPF 30, anche questo Nickel tested e privo di allergeni. Nessun filtro chimico, profumazione estiva gradevolissima ma non eccessiva, texture piacevole che si spalma facilmente e non unge, in acqua resiste...la scia bianca non è eccessiva ma...soprattutto protegge a meraviglia, consentendo comunque di abbronzarsi in tutta sicurezza. Che dire? Eco-bio, prezzi ragionevolissimi, vetrina on line fornitissima e "trasparente": promossi con lode!

Nessun commento:

Posta un commento

Lasciami un commento, un'impressione, una suggestione...mi farà immenso piacere! elisa